Differenza tra conformità urbanistica e conformità catastale

Per vendere un immobile, è necessario e fondamentale avere una casa conforme, ma conforme a cosa?
Ci sono due tipi di conformità che una casa deve avere per essere spendibile:

  • – conformità catastale
  • – conformità urbanistica

Possono sembrare informazioni banali o semplici, eppure tantissime sono le persone che non lo conoscono, non solo i non addetti ai lavori, cosa assolutamente legittima, ma anche tanti – troppi – agenti immobiliari. 

Eppure è fondamentale conoscere le differenze, è l’unico strumento che hai per poter acquistare una casa garantita che non ti rivelerà sgradevoli sorprese alla fine. 

Quindi, quali sono le differenze tra conformità catastale e conformità urbanistica?

 

Prima di tutto, cosa si intende con conformità?

Un immobile è conforme quando è stato costruito seguendo il progetto ufficiale, cioè i muri, le stanze, le finestre, le porte, balconi etc corrispondono a quanto scritto nel progetto, da qui ci possiamo collegare alla conformità urbanistica e catastale.

 

CONFORMITÀ URBANISTICA

La conformità urbanistica si ha quando l’immobile (casa, capannone, terrazzo, appartamento o simili) è uguale al progetto depositato in comune, infatti prima di essere costruito, un edificio deve essere autorizzato dal comune dopo l’opportuno controllo dei progetti. 

Qualsiasi modifica effettuata senza lo specifico consenso del comune sarà considerata un abuso edilizio che potrà essere corretto presentando un progetto e pagando una sanzione.

CONFORMITÀ CATASTALE

La conformità catastale dovrebbe andare di pari passo con la conformità urbanistica.

Abbiamo la conformità catastale quando il tuo immobile corrisponde al disegno presente al catasto, cioè all’Agenzia delle Entrate, la quale calcola le tasse da pagare in base alla planimetria di ogni immobile.

La planimetria catastale è fondamentale per verificare la conformità catastale di un immobile: ogni volta che vengono fatti dei lavori di ristrutturazione o che modifichino la struttura della casa, la planimetria deve essere modificata così da modificare i parametri di calcolo delle tasse. 

Si potrebbe pensare che se hai una conformità urbanistica, allora avrai anche l’uniformità catastale o viceversa, invece spesso e volentieri non è così. Uno dei due documenti non è aggiornato, a volte entrambi, questo perché probabilmente si sono fatti i lavori in modo sbrigativo e poco professionale, aziende poco serie e tecnici frettolosi. 

 

Se stai vendendo casa e vuoi assicurarti che la tua sia a norma devi avere una Relazione Tecnica Integrata.

Che cos’è? È il documento che attesta la conformità catastale dell’immobile, non solo questo documento è obbligatorio in Emilia Romagna e Toscana, è anche l’unico modo che hai per proteggerti da eventuali abusi, questo perché se vendi una casa con degli abusi edilizi, sei perseguibile civilmente fino a 10 anni dalla vendita! Un bel rischio, non trovi?

Evita rischi e richiedi subito le tue certificazioni obbligatorie e fai andare la vendita liscia come l’olio. 

Realizziamo tutte le certificazioni necessarie per vendere casa tua.

CONTATTI

mail: info@certificarecasa.it
Numero verde: 800 911 966
Via Bellaria 12 – 40139 – Bologna BO
Rag. Sociale: CertificareCasa Srl
P.IVA: 03967001201

Privacy Preference Center