L’A.P.E. è il certificato di prestazione energetica fondamentale per vendere e affittare casa, che determina la classe energetica a cui appartiene un immobile.
È un documento ufficiale che deve essere conservato anche telematicamente nel registro telematico regionale.
La sua importanza è essenziale, quindi vediamo insieme tutto ciò che devi sapere sull’A.P.E.: rischi, vantaggi e costi.

Quando scade la Certificazione Energetica A.P.E.?

La Certificazione Energetica A.P.E. ha una validità pari a 10 anni. Una volta scaduta è necessario rifarla per assicurarsi così di avere sempre l’A.P.E. aggiornata.

La sua validità può variare quando si eseguono dei lavori di ristrutturazione sull’immobile: se sono lavori importanti che hanno cambiato la classe energetica dell’immobile, allora la vecchia certificazione non ha più valore, è necessario richiedere nuovamente una verifica.

Quanto costa una Certificazione Energetica A.P.E.?

La certificazione A.P.E. ha un costo che si aggira intorno ai
€150, anche se può variare in base al comune in cui si trova l’immobile. Si stima, infatti, che nel nord Italia i costi siano più elevati rispetto al sud Italia.

La Certificazione Energetica A.P.E. si può fare Online?

Esistono diversi siti che promettono di poter offrire la Certificazione Energetica A.P.E. online, i prezzi sono anche più bassi: con circa 50€ puoi avere la tua certificazione comodamente a casa tua.
Sembra troppo bello per essere vero? Lo è.
La normativa nazionale è chiara: per poter rilasciare una certificazione energetica valida è necessario effettuare uno o più sopralluoghi fisici.

Per questo è necessario affidarsi a professionisti esperti e certificati che ti garantiscono il miglior servizio al miglior prezzo.

Clicca qui per un nostro preventivo

Dove si recupera la Certificazione Energetica A.P.E. del tuo edificio?

Una volta che il professionista ha redatto la certificazione, spetta a lui firmare l’attestato cartaceo e va accompagnato da una ricevuta generale del Catasto Energetico (CEER).
Se non sei sicuro che la tua casa abbia una Certificazione Energetica A.P.E. valida puoi chiedere il documento originale o una copia conforme all’originale a diverse figure:

  1. Il certificatore che ha redatto l’A.P.E., il quale può stampare una copia depositata nel catasto e firmarla nuovamente
  2. Un altro certificatore a cui il proprietario dell’immobile può delegare all’acquisizione del documento
  3. Rivolgendosi a un notaio o a un pubblico ufficiale registrato a CENED, così da poter stampare il documento e produrre una copia conforme all’originale

Cosa succede se non ho la Certificazione Energetica A.P.E.?

L’A.P.E. è un documento obbligatorio per chiunque intenda vendere o affittare un immobile. Non averlo potrebbe portare a delle sanzioni in determinate circostanze come:

  • Promuovere un immobile tramite annunci pubblicitari
    Negli annunci di vendita o locazione di un immobile è obbligatorio inserire l’indice di prestazione energetica che possiamo trovare nell’A.P.E. Non farlo rischia di portare a una sanzione che va dai 500€ fino a 3.000€
  • Vendere un immobile
    Avere l’A.P.E. per vendere un immobile è necessario, così da poterlo fornire all’acquirente. La sanzione in caso della mancanza della certificazione è a carico del proprietario della casa e va dai 3.000€ ai 18.000€
  • Affittare un immobile
    Anche per affittare un immobile è obbligatorio mostrare l’Attestato di Prestazione Energetica all’affittuario. Come nel caso di vendita di immobile, anche in questa occasione la sanzione, che va dai 1.000€ a 4.000€, è a carico del proprietario di casa.

Quindi se vuoi evitare fastidiose multe e uno spreco di soldi che ti costringerebbe comunque a richiedere l’A.P.E. in un secondo momento, il modo migliore è prevenire, perciò procurati il tuo attestato di prestazione energetica il prima possibile.