L’A.P.E., o Attestazione di Prestazione Energetica, è un documento che certifica a che classe energetica appartiene una casa, ovvero quanta energia consuma durante il corso di un anno.

documento attestato prestazione energetica

L’A.P.E. come è composta?

L’A.P.E. è un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio. È composto da una scala di 10 lettere, da A4 a G in cui A4 è il risultato migliore, mentre G è il peggiore.

Affinché sia valida, un’Attestazione di Prestazione Energetica deve riportare i seguenti elementi:

  • La qualità energetica del fabbricato
  • La prestazione energetica globale espressa attraverso gli indici di energia primaria non rinnovabile ed energia primaria totale
  • I valori di riferimento come i requisiti minimi di efficienza energetica e il quantitativo di anidride carbonica emessa
  • L’elenco dei servizi energetici e le loro efficienze
  • Alcune raccomandazioni su come migliorare l’efficienza energetica e quali sono i migliori interventi da eseguire

Hai dei dubbi? Lasciaci il tuo numero e un nostro consulente specializzato ti chiamerà per una consulenza.

L’A.P.E. è obbligatoria?

Per poter affittare o vendere una casa, il proprietario dell’immobile deve sempre disporre dell’A.P.E. Per gli edifici già esistenti, il proprietario di casa deve mostrarlo a chi è interessato all’acquisto o affitto del locale e poi cederlo una volta che si firma il contratto.

Non è sempre obbligatorio produrre una nuova documentazione: se l’immobile ha già un A.P.E. in corso di validità e non sono stati effettuati nuovi lavori dall’ultima volta che è stato redatto, si può ancora considerare valido l’A.P.E. precedente.

Diverso è il caso di un immobile di nuova costruzione, l’A.P.E. in quel caso deve accompagnare tutta la documentazione per il nuovo immobile.

Gli edifici demoliti e poi soggetti a ricostruzione sono considerati come edifici di nuova costruzione.

L’A.P.E. è valido anche se ci si appresta a eseguire importanti lavori di manutenzione, come per esempio nel caso in cui si decida di intervenire sulla superficie esterna dell’edificio e che coinvolga almeno il 25% di essa.

In più, a volte l’A.P.E. può essere necessario per richiedere alcuni incentivi statali validi per la ristrutturazione, in quel caso non è obbligatorio averla, ma è fondamentale per poter ottenere i sussidi.

Quindi, ricapitolando, l’A.P.E. serve per:

  • Affittare un immobile
  • Vendere un immobile
  • Ristrutturare il 25% o più della facciata esterna di un immobile
  • Costruire un nuovo immobile che deve rispettare dei requisiti minimi energetici
  • Richiedere degli incentivi statali per ristrutturare un immobile

Come ottenere l’Attestazione di Prestazione Energetica

La certificazione energetica ha validità 10 anni. Per poterla ottenere è necessario che il proprietario dell’immobile si rivolga a un certificatore professionista che faccia un sopralluogo nella casa da certificare, così che possa fare delle indagini prendendo in considerazione parametri come infissi, caldaia, esposizione della caldaia, eventuali coperture dell’immobile o se ha degli impianti di autoproduzione energetica.

Una volta che il tecnico ha elaborato il certificato, esso va conservato con cura dal proprietario dell’immobile e una copia elettronica va consegnata al registro informatico regionale.

Vuoi certificare il tuo immobile con professionisti rapidi e precisi?